VIA DI MAIANO FIESOLE

LA PAROLA FINE ALLA QUESTIONE DEL SENSO UNICO

E’ stato il TAR con una recente sentenza a mettere la parola fine alla questione del senso unico di via di Maiano, vicenda che tante polemiche ha suscitato negli anni scorsi tra gli abitanti di Fiesole.

In breve. La vicenda è iniziata nel 2018 quando l’Amministrazione comunale decise di introdurre il senso unico verso Firenze in via di Maiano a causa della pericolosità della strada legata alle sue ridotte dimensioni ed al traffico nei due sensi diventato sempre più pesante. Inevitabilmente si alzarono molte voci di protesta, soprattutto da parte di coloro che il nuovo assetto viario costringeva a lunghe percorrenze per tornare da Firenze verso il capoluogo fiesolano. Alcuni residenti nella via impugnarono il provvedimento dando vita ad un iter processuale complesso adesso arrivato a conclusione con la sentenza del Tribunale amministrativo che ha dichiarato improcedibile il loro ricorso.

Dice il Sindaco Anna Ravoni: “Non posso che essere soddisfatta della decisione del TAR che alla fine ha sancito la bontà del provvedimento preso dall’Amministrazione nel 2018. La nostra principale preoccupazione, pur capendo le difficoltà incontrate da alcuni cittadini, è sempre stata quella di garantire la massima sicurezza per chi transita in via di Maiano sia a piedi che in bicicletta o moto, messa a rischio dal gran numero di veicoli che la percorrevano nei due sensi di marcia. Senza poi contare i disagi frequenti legati alla difficoltà di scambio dei mezzi a causa della scarsa larghezza della sede stradale”.

Torna in alto